Testati 8 interruttori gestiti per la casa

Uno switch gestito offre opzioni più utili di uno switch "stupido", in modo da avere un maggiore controllo sulla rete. Ad esempio, puoi lavorare con le VLAN, impostare le priorità del traffico come VoIP o raggruppare le porte per una maggiore larghezza di banda, utile per un NAS. La tua rete è pronta per un simile aggiornamento? Abbiamo capovolto otto interruttori gestiti per te e ti abbiamo raggiunto.

Hai troppe poche porte di rete o desideri più opzioni per la tua rete? Con un interruttore gestito puoi prendere due piccioni con una fava. Ma la gamma è ampia e i termini tecnici volano intorno alle tue orecchie. Ecco perché stavamo cercando switch gestiti relativamente semplici ed economici (fino a circa 120 euro) per una rete domestica o una piccola azienda. Offrono da cinque a sedici porte Gigabit Ethernet (e talvolta una porta in fibra ottica), una comoda interfaccia web e molti extra. Potresti non averne bisogno tutti ora, ma potresti averne bisogno in seguito!

Ad esempio, abbiamo testato gli interruttori

Di solito metti un interruttore da qualche parte fuori dalla vista e non deve necessariamente avere un bell'aspetto. In questo test prestiamo maggiore attenzione alla qualità dell'alloggiamento e alle opzioni di montaggio. Per tutti i modelli abbiamo aggiornato il firmware al primo utilizzo, che è quasi sempre consigliato. A volte vengono aggiunte possibilità o chiusi i buchi di sicurezza. Inoltre, è particolarmente importante che supportino le opzioni che stai cercando come utente domestico o piccola impresa, con un'interfaccia web user-friendly per impostare tutto. Molti switch gestiti sono pieni di trucchi aziendali di cui probabilmente non avrai bisogno presto e che consideriamo un bonus. La capacità di lavorare con LAN virtuali o VLAN è forse uno dei migliori motivi per acquistare un simile switch. Prestiamo particolare attenzione a questo.Per il test utilizziamo un router con una porta LAN e una porta trunk con tre VLAN su di essa. Il router gestisce il traffico tra le VLAN e verso Internet. Colleghiamo alcuni PC alle varie sottoreti sullo switch. Inoltre, utilizziamo un punto di accesso in grado di gestire più VLAN, per le quali utilizziamo una porta trunk con le VLAN desiderate. Alcuni degli switch che abbiamo testato sono in vendita da anni, ma di solito ci aspettano alcune revisioni hardware e versioni firmware. Si potrebbe quindi dire che sono almeno abbastanza a prova di futuro.Inoltre, utilizziamo un punto di accesso in grado di gestire più VLAN, per le quali utilizziamo una porta trunk con le VLAN desiderate. Alcuni degli switch che abbiamo testato sono in vendita da anni, ma di solito ci aspettano alcune revisioni hardware e versioni firmware. Si potrebbe quindi dire che sono almeno abbastanza a prova di futuro.Inoltre, utilizziamo un punto di accesso in grado di gestire più VLAN, per le quali utilizziamo una porta trunk con le VLAN desiderate. Alcuni degli switch che abbiamo testato sono in vendita da anni, ma di solito ci aspettano alcune revisioni hardware e versioni firmware. Quindi potresti dire che sono almeno abbastanza a prova di futuro.

Passaggio al multi-gigabit?

Li incontri più spesso: interruttori che trasmettono 10 gigabit al secondo. Questo di solito avviene tramite una o più porte in fibra ottica di tipo sfp +, ma può anche essere fatto direttamente tramite una normale porta Ethernet. In questo test, uno switch, il modello D-Link, utilizza la fibra, ma quelle sono porte SFP. In questo caso, il valore aggiunto non è nella velocità (che è uguale a gigabit ethernet su SFP) ma nella distanza molto maggiore che puoi colmare. Potresti usarlo a casa per collegare due interruttori, ad esempio, che è anche un'applicazione importante con sfp +, ma l'investimento in moduli e cavi non supera in realtà l'uso dei normali cavi in ​​filo di rame.

La possibilità di utilizzare le VLAN è uno dei migliori motivi per ottenere uno switch.

Lavorare con le VLAN

La possibilità di utilizzare le VLAN è ovviamente un valore aggiunto degli switch gestiti. Con le VLAN si parla solitamente di 802.1q, dove lo switch determina in base all'ID VLAN (un'etichetta sul traffico) a quale porta appartiene il traffico. Uno switch gestito offre naturalmente funzionalità più utili. Ad esempio, QoS (qualità del servizio) con cui si dà priorità al traffico specifico per porta o basato su 802.1p. Inoltre, puoi spesso raggruppare le porte grazie all'aggregazione di link statici o dinamici. Quest'ultimo è anche chiamato lacp (link aggregation control protocol) e risolve problemi come il cablaggio non corretto. Tale raggruppamento è utile tra due switch, ma può anche essere utilizzato, ad esempio, verso NAS o un server con più porte di rete. Di solito non ti dà il doppio throughput, ma più larghezza di banda:due utenti possono trasferire file a piena velocità, purché il resto del nas possa stare al passo con quello, ovviamente. Molti modelli consentono di utilizzare IGMP Spoofing per migliorare il traffico multicast come un segnale TV. Gli switch possono anche proteggere la rete dal traffico eccessivo (come broadcast, multicast o unicast). E con il mirroring delle porte è possibile eseguire il mirroring del traffico su un'altra porta, ad esempio per monitorare il traffico di rete.E con il mirroring delle porte è possibile eseguire il mirroring del traffico su un'altra porta, ad esempio per monitorare il traffico di rete.E con il mirroring delle porte è possibile eseguire il mirroring del traffico su un'altra porta, ad esempio per monitorare il traffico di rete.

Gestione del tuo interruttore

Ovviamente devi anche essere in grado di impostare tutte quelle bellissime funzionalità. Gli switch gestiti hanno un'interfaccia web per questo. Molti switch gestiti oggigiorno assumono il controllo della configurazione ip tramite dhcp, il che è molto pratico. Ci sono anche interruttori che sono impostati su un indirizzo IP fisso e questo causa diversi problemi. Potresti già avere un PC nella tua rete a quell'indirizzo IP. Inoltre, non è possibile utilizzarne diversi contemporaneamente, poiché tutti questi interruttori si trovano sullo stesso indirizzo IP. Infine, devi rendere 'appropriata' la configurazione di rete del tuo PC di gestione per accedervi. Ciò che aiuta è che è possibile utilizzare il software per individuare alcuni interruttori nella rete e fornire una configurazione IP appropriata.

Power over Ethernet

Una delle tendenze più importanti negli ultimi anni è l'alimentazione delle periferiche con Power over Ethernet (PoE). L'alimentazione passa quindi attraverso il cavo di rete stesso, ideale per i punti di accesso, ad esempio. Molti switch sono disponibili con o senza Power-over-Ethernet. Fa aumentare il prezzo, a seconda della potenza desiderata. Gli standard principali sono 802.3af che può fornire i suoi 15 watt per porta e 802.3at che può fornire fino a 30 watt. Per inciso, molti dispositivi di rete compatibili con PoE sono dotati di un cosiddetto iniettore: un alimentatore che è possibile collegare appena prima del cavo di rete e quindi passare allo switch. Con un tale iniettore, non importa se lo switch stesso offre PoE. Nel testare il GS1200-5HP con PoE, andremo più in dettaglio su questa funzione e sulla sua utilità.

D-Link DGS-1210-10

Nella serie DGS-1210, D-Link offre switch gigabit con 8, 16, 24 o 48 porte e sono disponibili anche modelli con PoE. Diamo uno sguardo al DGS-1210-10 senza PoE. C'è anche una versione P con PoE che costa qualche decina in più. È uno switch robusto che è persino più grande di alcuni modelli a 16 porte ma con il vantaggio di un alimentatore integrato. Oltre a otto porte RJ45, troverai anche due porte SFP per una connessione in fibra ottica. Li configuri come le altre porte. Con il software D-Link Network Assistant (DNA) (disponibile anche per Windows), puoi facilmente trovare lo switch nella tua rete e puoi attivare dhcp, ad esempio, perché non è così per impostazione predefinita. Trovare il firmware giusto è stata una missione, ma l'installazione non ha causato alcun problema. L'interfaccia web funziona comodamente,ma coloro che hanno poca esperienza di rete preferiscono andare direttamente al loro obiettivo, come la configurazione VLAN, che presenta poche (extra) sfide. È lo switch più completo in questo test, sebbene la maggior parte degli extra siano particolarmente interessanti in un ambiente lavorativo o, ovviamente, per imparare qualcosa. È molto importante salvare le modifiche alla configurazione, poiché lo switch ripristinerà le impostazioni salvate dopo il riavvio. Se qualcosa va storto, fortunatamente c'è un pulsante di reset che - con un senso del tempo - ripristina il dispositivo alle impostazioni di fabbrica.È molto importante salvare le modifiche alla configurazione, poiché lo switch ripristinerà le impostazioni salvate dopo il riavvio. Se qualcosa va storto, fortunatamente c'è un pulsante di reset che - con un senso del tempo - ripristina il dispositivo alle impostazioni di fabbrica.È molto importante salvare le modifiche alla configurazione, poiché lo switch ripristinerà le impostazioni salvate dopo il riavvio. Se qualcosa va storto, fortunatamente c'è un pulsante di reset che - con un senso del tempo - ripristina il dispositivo alle impostazioni di fabbrica.

D-Link DGS-1210-10 (testato al meglio)

prezzo

€ 90, -

Sito web

//eu.dlink.com/en/en 8 Punteggio 80

  • Professionisti
  • Alimentazione incorporata
  • Molte opzioni extra
  • Negativi
  • Abbastanza grande e pesante
  • Meno accessibile ai principianti

Netgear GS108Ev3

Il Netgear GS108PEv3 è uno dei più economici nel test e difficilmente più costoso di alcuni modelli non gestiti. La solida scatola offre quasi tutte le funzionalità che ti aspetti da un interruttore "intelligente". Abbiamo saltato lo strumento di configurazione per Windows. Puoi effettivamente impostare tutto senza problemi tramite l'interfaccia web strutturata. Abbiamo riscontrato alcuni problemi nel browser Chromium, ma passando a Chrome sono stati risolti immediatamente. Le impostazioni di solito cambiano da sole, sebbene l'impostazione delle VLAN non sia molto facile da usare. Devi prima aggiungere le VLAN singolarmente e quindi configurare le porte per VLAN in una schermata separata, dove la panoramica è difficile da trovare. Potrebbe essere migliore, ma una volta impostato correttamente, potresti non doverti più preoccupare.Lo switch è l'unico dei modelli testati che non offre link aggregation, quindi devi guardare i modelli a 16 o 24 porte. In una situazione domestica non ti mancherà così velocemente, al massimo forse se hai molto traffico da dispositivi diversi a un nas o server, che deve avere anche due porte di rete.

Netgear GS108Ev3

prezzo

€ 40, -

Sito web

www.netgear.nl 7 Punteggio 70

  • Professionisti
  • Economico
  • Alloggiamento solido
  • Negativi
  • Nessuna aggregazione di link
  • L'impostazione delle VLAN non è chiara

TP-Link TL-SG108E

Il TL-SG108E è uno switch economico e compatto molto simile al modello Netgear. Esistono diverse versioni hardware che differiscono poco. È importante che dalla versione 2.0 lo switch disponga di un'interfaccia web per la gestione. E il 4.0 che abbiamo ricevuto è impostato su dhcp per impostazione predefinita, il che lo rende più facile da usare. Utile anche: la configurazione ora viene mantenuta dopo un aggiornamento del firmware. Anche un ripristino è facile: tieni premuto il pulsante di ripristino per dieci secondi mentre colleghi l'alimentazione. Come con la maggior parte degli switch gestiti a basso costo, l'accesso all'interfaccia Web non può essere schermato molto bene, ad esempio inserendolo su una VLAN separata, in modo che sia necessario almeno scegliere una password complessa. La configurazione delle VLAN è semplice, ma chiara. È presente anche l'aggregazione di link,ma solo statico. E con due gruppi con un massimo di quattro porte per gruppo, lo switch sarà immediatamente pieno. Notare che IGMP Snooping è attivato per impostazione predefinita. Se non c'è traffico multicast, come la televisione IP o gli stream tramite AirPlay e Chromecast, è meglio spegnerlo. Tutto sommato, un interruttore pulito e pratico. Per gli appassionati c'è anche il TL-SG108PE con quattro porte PoE 802.af e un budget di 55 watt, che può essere suddiviso sulle prime quattro porte.da dividere tra le prime quattro porte.da dividere tra le prime quattro porte.

TP-Link TL-SG108E (suggerimento editoriale)

prezzo

€ 35, -

Sito web

www.tp-link.com/en/ 8 Punteggio 80

  • Professionisti
  • Economico
  • Alloggiamento solido
  • Negativi
  • Solo aggregazione di link statici

TP-Link TL-SG1016DE

Occasionalmente avrai bisogno di un po 'più di porte di rete. Soprattutto nell'armadio del contatore, dove collegherai la maggior parte dei dispositivi di rete e dove spesso convergono le connessioni ad altri luoghi della casa. Il TL-SG1016DE sembra quindi un'opzione interessante. È lo switch gigabit a 16 porte gestito più economico sul mercato. In apparenza è quasi una copia del popolare TL-SG1016D non gestito. Da 16 porte si vedono più spesso ventole negli switch, ma questo può essere fatto senza e quindi rimane silenzioso e fresco. Anche l'alloggiamento è solido, con ganci per avvitarlo nell'armadio del contatore, ad esempio, sebbene sia necessario quasi mezzo metro di larghezza. Un alimentatore è già integrato. Funzionalmente, non ci sono praticamente differenze con il TL-SG108E, quindi lo acquisti principalmente per le porte extra. La più grande perdita,se hai ancora le porte per farlo, lacp è per l'aggregazione di link dinamici (statico è possibile). Coloro che desiderano iniziare con PoE oltre ai dispositivi di rete possono prendere in considerazione il TL-SG1016PE. Supporta sia PoE che PoE + e con una notevole potenza di 110 watt. Inoltre lo rende quasi il doppio più costoso.

TP-Link TL-SG1016DE

prezzo

€ 80, -

Sito web

www.tp-link.com/en/ 8 Punteggio 80

  • Professionisti
  • Molte porte di rete
  • L'alimentazione è integrata
  • Economico
  • Negativi
  • Funzionalmente un po 'limitato

Switch UniFi Ubiquiti 8

Ubiquiti ha un intero ecosistema di dispositivi di rete che funzionano bene insieme. Puoi gestirli e monitorarli centralmente dall'ampio software UniFi Controller. Abbiamo installato il software su un server, ma ci sono più opzioni. Hai solo bisogno del software per la configurazione, non durante l'uso. In termini di terminologia di rete, il produttore a volte si discosta dal solito, ma di solito migliora la facilità d'uso. E vengono seguiti gli standard, quindi puoi semplicemente combinare tutto con altre apparecchiature di rete. In realtà si esegue la configurazione delle VLAN separatamente dallo switch aggiungendole separatamente come rete. Quindi puoi assegnarli alle porte di rete, se navighi allo switch UniFi che è già stato trovato automaticamente nella rete. Puoi anche vedere immediatamente quali dispositivi sono collegati allo switch ea quale velocità.Il software di gestione potrebbe essere un po 'eccessivo se ti attieni a uno switch a 8 porte come testato qui, ma ha sicuramente un valore aggiunto se ti espandi, ad esempio, con un punto di accesso UniFi. Può trasmettere un SSID univoco per VLAN (con un massimo di quattro). Non c'è nulla di cui lamentarsi anche sull'hardware. L'alloggiamento è solido e completamente silenzioso, al massimo un po 'caldo, ma questo non causa problemi. Il consumo energetico è modesto: misuriamo 5,6 watt con quattro dispositivi attivi. Oltre all'US-8 con throughput PoE testato qui, c'è anche l'8-60 W con PoE "reale": 4 porte per 60 watt. Quella versione non è certo più costosa, quindi è un'alternativa interessante se pensi di poter usare quegli extra.ma ha sicuramente un valore aggiunto se si espande, ad esempio, con un punto di accesso UniFi. Può trasmettere un SSID univoco per VLAN (con un massimo di quattro). Non c'è nulla di cui lamentarsi anche sull'hardware. L'alloggiamento è solido e completamente silenzioso, al massimo un po 'caldo, ma questo non causa problemi. Il consumo è modesto: misuriamo 5,6 watt con quattro dispositivi attivi. Oltre all'US-8 con throughput PoE testato qui, c'è anche l'8-60 W con PoE "reale": 4 porte per 60 watt. Quella versione non è certo più costosa, quindi è un'alternativa interessante se pensi di poter usare quegli extra.ma ha sicuramente un valore aggiunto se si espande, ad esempio, con un punto di accesso UniFi. Può trasmettere un SSID univoco per VLAN (con un massimo di quattro). Non c'è nulla di cui lamentarsi anche sull'hardware. L'alloggiamento è solido e completamente silenzioso, al massimo un po 'caldo, ma questo non causa problemi. Il consumo è modesto: misuriamo 5,6 watt con quattro dispositivi attivi. Oltre all'US-8 con throughput PoE testato qui, c'è anche l'8-60 W con PoE "reale": 4 porte per 60 watt. Quella versione non è certo più costosa, quindi è un'alternativa interessante se pensi di poter usare quegli extra.Il consumo è modesto: misuriamo 5,6 watt con quattro dispositivi attivi. Oltre all'US-8 con throughput PoE testato qui, c'è anche l'8-60 W con PoE "reale": 4 porte per 60 watt. Quella versione non è certo più costosa, quindi è un'alternativa interessante se pensi di poter usare quegli extra.Il consumo è modesto: misuriamo 5,6 watt con quattro dispositivi attivi. Oltre all'US-8 con throughput PoE testato qui, c'è anche l'8-60 W con PoE "reale": 4 porte per 60 watt. Quella versione non è certo più costosa, quindi è un'alternativa interessante se pensi di poter usare quegli extra.

Switch UniFi Ubiquiti 8

prezzo

€ 100, -

Sito web

www.ui.com 8 Punteggio 80

  • Professionisti
  • Software di gestione completo
  • Si adatta perfettamente all'ecosistema
  • Negativi
  • Costoso

DrayTek VigorSwitch G1080

Il G1080 è come due gocce d'acqua sui modelli a 8 porte di TP-Link e Netgear e offre le stesse funzionalità, con alcuni extra. Ad esempio, supporta (solo) l'aggregazione di collegamento dinamico (lacp), incidentalmente con un solo gruppo con due porte. Sebbene lo switch abbia un indirizzo IP fisso secondo il manuale, fortunatamente lo ottiene tramite dhcp dopo la connessione. Quindi possiamo passare direttamente al menu delle impostazioni di facile utilizzo. Soprattutto la configurazione delle VLAN è facile e chiara: con l'aiuto dei colori è possibile leggere immediatamente le impostazioni di tutte le porte. Ciò che può tornare utile è anche la tabella con gli indirizzi MAC dei dispositivi di rete collegati. Il nuovo firmware può essere facilmente trovato sul sito web olandese di DrayTek. L'aggiornamento dalla versione 1.04.05 alla 1.04.07 è andato liscio e ha anche portato una bella nuova funzionalità: la capacità di isolare le porte. In realtà ti assicuri che i dispositivi su quelle porte non possano più comunicare tra loro, cosa che noterai, ad esempio, da un "ping" bloccato tra i dispositivi. Si chiama quindi anche lan privata. In breve, alcuni bei extra che possono valere il prezzo extra per pochi.

DrayTek VigorSwitch G1080

prezzo

€ 55, -

Sito web

www.draytek.nl 8 Punteggio 80

  • Professionisti
  • Aggregazione di link dinamici
  • Possibile isolamento delle porte
  • Cancella configurazione VLAN
  • Negativi
  • Relativamente costoso

ZyXEL GS1200-5

Il GS1200 di ZyXEL è un tipico modello entry-level ed è leggermente superiore al modello Netgear in termini di prezzo, basato sul modello a 8 porte. Abbiamo testato la versione a 5 porte, ma a parte il prezzo è uguale al GS1200-8. Per il test eravamo in realtà solo un cancello corto. Ma se hai intenzione di aggiornare l'intera rete con VLAN, ci sono molti posti in cui questo di solito è più che sufficiente. Ad esempio, con il televisore, dove puoi riporlo facilmente, ad esempio, i mobili del televisore grazie all'alloggiamento compatto. Il robusto alloggiamento in metallo può sopportare colpi e puoi anche fissarlo al muro. Lo switch ha un fratello con, tra le altre cose, PoE, di cui parleremo di seguito. Piccolo svantaggio degli interruttori: nessun dhcp è impostato per impostazione predefinita. L'interfaccia web può essere trovata su 192.168.1.3 e questo è in genere un indirizzo che potresti già utilizzare. Per accedervi, date al vostro PC un indirizzo IP, ad esempio, 192.168.1.4 con subnet mask 255.255.255.0, dopodiché potrete accedere al router nella vostra rete. Dopo questo è ancora possibile impostare l'assegnazione dell'indirizzo su dhcp.

ZyXEL GS1200-5

prezzo

€ 30, -

Sito web

www.zyxel.com 7 Punteggio 70

  • Professionisti
  • Alloggiamento molto compatto
  • Solidamente eseguito
  • Economico
  • Negativi
  • Nessun DHCP

ZyXEL GS1200-5HP v2

Il GS1200-5HP v2 è simile al precedente GS1200-5 con l'aggiunta di PoE. La scatola è circa una volta e mezza più larga e più pesante e viene fornita con un alimentatore molto più potente (con interruttore di accensione / spegnimento separato), necessario per alimentare i dispositivi di rete direttamente dallo switch. Sono supportati sia PoE (802.3af) che PoE + (802.3at). Questo lo rende uno degli switch più convenienti con supporto per entrambi gli standard PoE. Con PoE sono possibili 15 watt per porta, con PoE + sono 30 watt. Il consumo effettivo è particolarmente importante. Hai un "budget" totale di 60 watt su cui puoi suddividere, in questo caso, quattro porte. Puoi vedere quali porte si trovano sulla parte anteriore sotto le connessioni. Il GS1200-8HP a 8 porte ha lo stesso budget e lo stesso numero di porte compatibili con PoE.In linea di principio, non è un problema che PoE sia attivo di default per tutte le porte, perché la richiesta di potenza è negoziata, ma preferiamo spegnerla noi stessi quando non viene utilizzata. Poi al consumo di energia. Quando colleghiamo un punto di accesso, la pagina di configurazione dello switch indica chiaramente il suo consumo (3,2 watt) e il budget rimanente (56,8 watt) per altri dispositivi. Vediamo il consumo dello switch stesso aumentare da 3,1 watt senza un punto di accesso, a 8,9 watt con un punto di accesso. Se non usi PoE, il GS1200-5 è leggermente più economico (2,2 watt).Quando colleghiamo un punto di accesso, la pagina di configurazione dello switch indica chiaramente il suo consumo (3,2 watt) e il budget rimanente (56,8 watt) per altri dispositivi. Vediamo il consumo dello switch stesso aumentare da 3,1 watt senza un punto di accesso, a 8,9 watt con un punto di accesso. Se non usi PoE, il GS1200-5 è leggermente più economico (2,2 watt).Quando colleghiamo un punto di accesso, la pagina di configurazione dello switch indica chiaramente il suo consumo (3,2 watt) e il budget rimanente (56,8 watt) per altri dispositivi. Vediamo il consumo dello switch stesso aumentare da 3,1 watt senza un punto di accesso, a 8,9 watt con un punto di accesso. Se non usi PoE, il GS1200-5 è leggermente più economico (2,2 watt).

ZyXEL GS1200-5HP v2

prezzo

€ 70, -

Sito web

www.zyxel.nl 8 Punteggio 80

  • Professionisti
  • Opzione economica con PoE e PoE +
  • Pratico display dei consumi
  • Fresco e completamente silenzioso nonostante PoE
  • Negativi
  • Alloggio relativamente grande
  • Adattatore di alimentazione pesante

Conclusione

Quando si sceglie un interruttore, le possibilità sono effettivamente fondamentali. In termini di prestazioni, non misurerai differenze significative, a condizione che non ci siano "piegature" nel cavo. Molti degli interruttori testati offrono quasi le stesse possibilità e hanno anche un alloggiamento quasi identico. Sono tutti completamente silenziosi e consumano poca energia. Devi prestare attenzione ad alcune opzioni. Ad esempio la link aggregation, che non è sempre supportata e talvolta solo statica o solo dinamica. Per la maggior parte delle persone, la possibilità di lavorare con le VLAN sarà il più grande valore aggiunto e questo è possibile con tutti i modelli. La configurazione è più semplice sugli interruttori di DrayTek e ZyXEL. Ubiquiti ti rende anche più facile, ma poi devi prima approfondire il quasi inevitabile software di gestione.Se il prezzo dovesse essere il fattore decisivo, allora diamo una mancia al TP-Link TL-SG108E. Il modello D-Link è una buona opzione se stai cercando opzioni aggiuntive ora oa lungo termine. Anche un alimentatore integrato è abbastanza pratico. Ma il prezzo è molto più alto e il valore aggiunto delle porte SFP è piuttosto limitato, a meno che, ad esempio, non si desideri collegare direttamente la propria rete in fibra ottica. Se vuoi iniziare con PoE, ZyXEL GS1200-5HP v2 è uno switch dal prezzo interessante con PoE e PoE +. Oppure scegli subito il GS1900-8HP a 8 porte più completo (non testato da noi).a meno che, ad esempio, non si desideri connettere direttamente a Internet in fibra ottica. Se vuoi iniziare con PoE, ZyXEL GS1200-5HP v2 è uno switch dal prezzo interessante con PoE e PoE +. Oppure scegli subito il GS1900-8HP a 8 porte più completo (non testato da noi).a meno che, ad esempio, non si desideri connettere direttamente a Internet in fibra ottica. Se vuoi iniziare con PoE, ZyXEL GS1200-5HP v2 è uno switch dal prezzo interessante con PoE e PoE +. Oppure scegli subito il GS1900-8HP a 8 porte più completo (non testato da noi).